La Mostra

La Mostra

La terza edizione del GIC – GIORNATE ITALIANE DEL CALCESTRUZZO, l’unica mostra-convegno italiana dedicata unicamente al comparto del calcestruzzo e alle sue tecnologie (produzione e tecnologia, messa in opera, manufatti e strutture prefabbricate, calcestruzzo preconfezionato, grandi opere, ripristino e riqualificazione, demolizione e riciclaggio delle strutture in cemento armato) avrà luogo a Piacenza dal 29 al 31 Ottobre 2020.
Orario: Giovedì e Venerdi dalle 9.00 alle 18,00.- Sabato dalle 9.00 alle 17.00.

La manifestazione, dedicata agli utilizzatori di macchine, attrezzature, tecnologie e materiali per il calcestruzzo, è organizzata con il supporto della maggiori associazioni di categoria tra le quali:

 

  • FEDERBETON (la federazione di settore delle associazioni della filiera del cemento e del calcestruzzo)
  • CONPAVIPER (Associazione Italiana Sottofondi, Massetti e Pavimentazioni e Rivestimenti Continui)
  • ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili)
  • ATECAP (Associazione Tecnico Economica del Calcestruzzo Preconfezionato)
  • ASSOBETON (Associazione Nazionale Industrie Manufatti Cementizi)
  • AIDECO (Associazione Imprese Demolizione Controllata)
  • EDA (European Demolition Association)
  • IACDS (International Association of Concrete Drillers and Sawers)

Le Conferenze e i Seminari Tecnici

Collateralmente alla parte espositiva del GIC è previsto un ampio programma di convegni, workshop e seminari di grande interesse e attualità, la cui organizzazione sarà curata da primarie Associazioni e Istituzioni. Queste iniziative costituiscono, infatti, un importante momento di aggiornamento professionale, presentando nuove normative, tecnologie innovative ed anticipando le tendenze del mercato anche grazie alla collaborazione di alcune grandi aziende espositrici.

La Serata di Gala

In occasione del GIC avrà luogo una cena di gala per gli espositori e la loro clientela. Collateralmente alla fiera verrà organizzata la seconda edizione degli ICTA Italian Concrete Technology Awards che sarà organizzata in una location di grande prestigio anche dal punto di vista storico-culturale dove, tra i profumi della cucina locale e i pregiati vini della provincia, i partecipanti della mostra piacentina avranno modo di incontrarsi in un atmosfera conviviale e rilassata.